Quando:
21 novembre-2 dicembre 2017

Prezzo: 2690 €

Supplemento singola 490 €

Stampa la locandina completa

Prenota

Il Myanmar, la nazione più grande e meno conosciuta dell'Indocina, un paese senza età rimasto isolato dal mondo esterno, che ha saputo preservare molto dell'antica Birmania: le pagode dorate e i templi sfarzosi, i semplici villaggi dove la vita scorre con ritmi antichi ed una profonda spiritualità, splendidi paesaggi naturali e un'incredibile varietà di minoranze etniche con le loro secolari tradizioni. 1° GIORNO: ITALIA - YANGON
Ritrovo dei partecipanti presso il Terminal 1 dell'aeroporto di Milano Malpensa alle ore 10:00 e partenza con volo di linea Thai Airways alle ore 13:05 via Bangkok.
Cena e pernottamento a bordo.

2° GIORNO: YANGON
Alle ore 08:45 arrivo all'aeroporto di Yangon, la più grande città della Repubblica dell'Unione del Myanmar, così come viene chiamata dal 1989 l'antica Birmania.
Disbrigo delle formalità di ingresso e incontro con la guida. Nel pomeriggio prime visite a Yangon, più conosciuta con l'antico nome coloniale di Rangoon. Visita della Pagoda Shwedagon, simbolo della cultura e del credo buddhista, luogo di devozione e di grande valore artistico. E' il più bel tempio del Myanmar e domina la città come una sorta di gigantesco faro spirituale, con l'inconfondibile stupa alto 99 metri e ricoperto con l'oro di 22 mila lingotti. Il complesso, che include una moltitudine di coloratissimi santuari, sculture e pagode minori, venne realizzato dalla dinastia Mon tra il VI e il X secolo. Visita della Pagoda Chaukhtatgyi, che ospita l'imponente Buddha sdraiato, lungo 66 metri.
Al termine delle visite sistemazione in hotel.

3° GIORNO: YANGON - BAGAN
Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Bagan, adagiata nelle pianure centrali attraversate dal grande fiume Irrawaddy e cuore dell'identità bamar.
Tra il IX e il XII secolo fu la capitale del primo impero birmano e proprio qui gli imperatori edificarono migliaia di templi, pagode e monasteri, che si estendono a perdita d'occhio in ogni direzione. Oggi Bagan è certamente uno dei luoghi più celebri e spettacolari del continente asiatico. Questa vasta area archeologica è stata dichiarata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità, per la grande varietà di stili architettonici. La principale meta di pellegrinaggio è la Pagoda Shwezigon, che diverrà il prototipo per tutta la suggestiva arte religiosa birmana. Visita del Tempio di Ananda, ultimato nel 1090 e considerato il massimo capolavoro del primo periodo dell'architettura di Bagan, con una pianta simile ad una croce greca, e del Tempio di Htilominlo, famoso per le sue raffinate sculture in stucco.
Al termine delle visite, dall'alto di un tempio, si potrà ammirare l'indimenticabile spettacolo del tramonto sulla piana di Bagan.

4° GIORNO: BAGAN - MANDALAY (180 KM)
Proseguimento delle visite nella parte sud-est dell'area archeologica di Bagan, dove si trovano caratteristici templi del XIII secolo, noti per le splendide pitture murali di influenza mahayana. Visita di una bottega di artigianato per la produzione delle celebri lacche.
Nel pomeriggio partenza in pullman per Mandalay, seconda città del Myanmar e capitale dell'ultima monarchia birmana. Sistemazione in hotel.

5° GIORNO: MANDALAY
Partenza in battello per Mingun, caratteristico villaggio situato sulla riva occidentale del fiume Irrawaddy.
Visita della Pagoda Settawya, che ospita l'impronta del piede di Buddha, della bianchissima Pagoda Hsinbyume e dell'incompiuta Pagoda Mingun, opera colossale voluta dal re Bodawpaya. Questo villaggio conserva anche la Campana di Mingun, una delle più grandi al mondo, pesante 90 tonnellate.
Rientro in battello a Mandalay. Nel pomeriggio escursione ad Amarapura, antica capitale reale, situata a 10 km a sud del centro di Mandalay. Visita del Monastero di Mahagandayon, il più grande del Myanmar, abitato ancora oggi da centinaia di monaci, e del celebre Ponte U Bein, che si allunga per oltre un chilometro sulle acque del Lago Taungthaman ed è il più lungo ponte in legno di teak al mondo.
Rientro in hotel a Mandalay.

6° GIORNO: MANDALAY - LOIKAW (200 KM)
Trasferimento in aeroporto e partenza con volo di linea per Heho, nello stato Shan, il più grande del Myanmar, confinante con Cina, Laos e Thailandia. Una terra di montagne ondulate, minoranze etniche, variopinti mercati e scenari naturali mozzafiato. Arrivo e proseguimento in pullman per Loikaw, percorrendo la strada panoramica verso sud-est, attraverso i numerosi villaggi di etnia Pa-O. Arrivo nel tardo pomeriggio a Loikaw, capitale del piccolo e remoto stato Kayah, uno degli angoli meno conosciuti del Myanmar, apertosi solo recentemente al turismo.
Visita al tramonto della pagoda Taung Kwe, abbarbicata sulla collina che domina la città. Sistemazione in hotel.

7° GIORNO: LOIKAW - PAN PET - LOIKAW
Dopo la visita al pittoresco mercato locale, partenza per l'escursione al villaggio di Pan Pet, per incontrare gli abitanti della tribù Padaung e osservare il loro stile di vita.
Questa popolazione, che ha mantenuto intatte le proprie tradizioni secolari, come il culto animista degli spiriti Nat, è particolarmente nota per le sue donne, che fin da bambine portano pesanti anelli di ottone intorno al collo, così che si allunghi innaturalmente; questa loro caratteristica è valsa loro l'appellativo di donne-giraffa.
Rientro in pullman a Loikaw..

8° GIORNO: LOIKAW - LAGO INLE (130 KM)
Partenza in pullman per la regione del Lago Inle, nelle stato Shan.
Arrivo a Pekon e partenza a bordo di una piroga a motore in direzione nord, navigando su laghi e canali.
Sosta al villaggio di Samkar e visita delle suggestive rovine degli stupa semisommersi del complesso monastico Tgaung. Nel pomeriggio arrivo al Lago Inle, una placida distesa d'acqua circondata dalle montagne, un luogo di straordinario fascino, con i suoi villaggi su palafitte e i suoi giardini galleggianti.
Il lago si trova ad un'altitudine di 900 metri ed è una vera oasi naturale. Le rive sono la dimora degli Intha, i figli del lago, un'etnia che si distingue dagli Shan non solo per gli aspetti linguistici e culturali, ma anche per le usanze come l'insolito sistema di pesca: i pescatori remano con le gambe pescando contemporaneamente con reti a forma di cono tese su telai di bambù. Sistemazione in hotel.

9° GIORNO: LAGO INLE
Al mattino escursione in barca lungo i canali fino al villaggio di Inthein, sulla sponda occidentale del lago, uno dei luoghi più belli e misteriosi della regione.
Visita al complesso della pagoda Shwe Inn Thein, situato sulla cima della collina e composto da centinaia di piccoli stupa.
Nel pomeriggio proseguimento delle visite sul lago, con la Pagoda Phaung Daw Oo e il monastero di Ngaphae Kyaung..

10° GIORNO: LAGO INLE - HEHO - YANGON (60 KM)
Trasferimento in pullman all'aeroporto di Heho e partenza con volo di linea per Yangon.
Visita guidata del centro città, che coincide con il quartiere coloniale progettato dagli inglesi a metà dell'Ottocento, un insieme di vie rettilinee, edifici in stile neoclassico e una frenetica vita di strada, che ben rappresentano l'eredità multiculturale di Yangon. Al centro della pianta a scacchiera del quartiere coloniale sorge la Pagoda Sule, con il suo altissimo stupa dorato.
Sosta al grande Mercato Bogyoke, inaugurato nel 1926, che contiene quasi duemila negozietti che vendono oggetti di lusso e di uso quotidiano. Sistemazione in hotel.

11° GIORNO: YANGON
Colazione in hotel. Mattinata a disposizione per visite individuali. Pranzo libero.
Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza alle 19:50 per l'Italia con voli di linea Thai Airways via Bangkok.
Cena libera e pernottamento a bordo dell'aereo.

12° GIORNO
Al mattino alle 07:10 arrivo all'aeroporto di Milano Malpensa.



La quota comprende

 
  • Accompagnatore NuovaMente Viaggi
  • Voli di linea Thai Airways e voli interni in classe economica
  • Sistemazione in hotel 4*
  • Pensione completa dal pranzo del 2° giorno alla colazione del 11° giorno
  • Visite con guida locale in italiano e pullman privato a disposizione
  • Ingressi a musei e monumenti come da programma
  • Polizza assicurativa assistenza medica e bagaglio
  • Tasse aeroportuali
  • Visto turistico

La quota non comprende

 
  • Eventuali pasti, bevande e ingressi non indicati in programma
  • Eventuale adeguamento valutario in caso di oscillazioni dei tassi di cambio. La quota del viaggio è stabilita in base al tasso di cambio Dollaro USA/Euro valida al 20/02/2017
  • Mance, extra personali in genere e tutto ciò non indicato come incluso
  • Assicurazione contro l'annullamento facoltativa
  • Trasferimento Arona/Malpensa a/r facoltativo

Supplementi facoltativi

 
  • Assicurazione contro l'annullamento: 90 €
  • Trasferimenti in pullman Malpensa a/r: 30 € con partenza alle 09:00 dalla Stazione di Arona

Informazioni utili

 
  • DOCUMENTI RICHIESTI: Passaporto individuale, valido almeno fino al 2 giugno 2018, con almeno due pagine completamente libere. Ai fini dell'ottenimento del visto d'ingresso, il passaporto dovrà essere consegnato in agenzia entro il 20 settembre 2017, allegando 2 foto tessera 40 mm x 35 mm, a colori e recenti., copia della carta d'identità e modulo di richiesta compilato.
  • SALUTE: Nessuna vaccinazione obbligatoria. Si consiglia comunque di consultare il proprio medico.
  • VALUTA : Kyat birmano (1 Euro = 1440 Kyat)
  • BAGAGLIO: Franchigia bagaglio da stiva 30 kg per i voli internazionali e 20 kg per i voli interni. Franchigia bagaglio a mano 7 kg.
  • FUSO ORARIO: Rispetto all'Italia, 5 ore e 30 minuti in avanti quando vige l'ora solare.
  • CLIMA E ABBIGLIAMENTO: Clima tropicale a carattere monsonico. I mesi da novembre a febbraio sono i più secchi e freschi. Le temperature variano in base all'area geografica. Le minime vanno dai 15 ai 20 gradi, mentre le massime vanno dai 23 ai 30 gradi. Si consigliano capi di abbigliamento comodi, da mezza stagione ed estivi.
  • MANCE: Per guide, autisti e facchinaggio, si consiglia per tutto il viaggio un totale di 50 € a persona.
  • CORRENTE ELETTRICA: Voltaggio 220-230 V e frequenza 50 Hz. Si usano spine di tipo C e F (bipolari) e D e G (tripolari). Si consiglia di dotarsi di un adattatore.